Visualizza messaggio singolo
Vecchio 21-12-2010, 21:46   #50
Profilo Utente
ausilia
Supergatto
 
L'avatar di  ausilia
 
Utente dal: 04 2009
Regione: Piemonte
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 9,180
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

Meglio dare sempre lo stesso cibo o meglio cambiare?
I gatti per loro natura sono molto abitudinari; trovare un cibo che sia sempre di loro gradimento non è facile, ma una volta trovate le crocchette, il cibo fresco o l'umido in scatola che il micio gradisce, sarebbe pronto a mangiarlo anche 2 volte al giorno, senza problemi di noia o sazietà.
Questo però non è consigliabile, perchè potrebbe accadere che quel dato prodotto venga ritirato dal commercio o che voi al momento non l'abbiate in casa, o persino che il gatto debba cambiare famiglia senza che i nuovi umani sappiano a che cosa era abituato, se capita ad esempio che il micio venga smarrito e trovato da altri.
Per questo è meglio verificare una mezza dozzina al massimo di cibi di suo gradimento ed usarli alternativamente, anche per garantire un apporto dietetico più vario e completo.
Qualche novità occasionale in più è ovviamente tollerata, ma non cadete nell'errore di cambiare continuamente moltissimi tipi di scatoletta o di crocchette, magari facendovi tentare da prodotti nuovi, perchè questo comportamento può provocare seri problemi digestivi.

Ci sono però alcuni casi in cui non bisogna variare il tipo di cibo che il gatto consuma:
- un gatto appena entrato in casa vostra; l'animale è già confuso e disorientato da nuovi posti, nuove persone, magari nuovi gatti, non va disorientato ancora di più cambiandogli anche il cibo.
Se potete, cercate di sapere che cosa era abituato a mangiare prima e dateglielo, anche se è un cibo scadente, per una settimana circa, poi iniziate a mescolarlo con i cibi nuovi, aumentando le dosi dell'alimento nuovo fino ad usare soltanto quello, orientandovi poi sui prodotti di suo gradimento
- le allergie alimentari; anche i gatti ne soffrono ed in questo caso è bene usare prodotti monoproteici (solo pollo o solo coniglio per esempio, ne esistono molte marche sul mercato) e, trovato quello che non crea problemi, mantenere il regime alimentare soddisfacente
- un gatto con patologie particolari, ad esempio insufficienza renale o diabete; in questo caso alcuni alimenti sono tassativamente esclusi e, nei casi più seri, il gatto deve consumare esclusivamente cibo medicato apposito e sempre quello. Potete eventualmente cambiare marca, fino a trovare quella più gradita all'animale, ma mai tipo di cibo, se gli serve un cibo con scarse proteine o senza zuccheri e carboidrati, deve limitarsi a quello.
Fa eccezione il caso delle patologie acute, che possono risolversi in breve tempo ( episodi di dissenteria, rialzo glicemico a seguito di cortisonici postoperatori, stati di abbattimento dovuti a raffreddore o febbre ecc.); superato lo stato di indisposizione momentaneo il gatto potrà tornare all'abituale varietà di alimenti.

Ultima Modifica di ausilia; 21-12-2010 at 21:50.
ausilia non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima