Visualizza messaggio singolo
Vecchio 23-03-2011, 12:41   #152
Profilo Utente
delice
Supergatto
 
L'avatar di  delice
 
Utente dal: 02 2009
Regione: Emilia Romagna
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 12,267
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

ecco riba, vedi se va bene qs bozza..... se ritieni taglia e aggiungi pure a tuo piacimento:

Il cibo secco aiuta a tener puliti i denti?

Premettiamo che la formazione del tartaro nei mici ha origine in buona parte da predisposizioni genetiche e che il deposito di placca (che si trasforma, con l'accumulo, in tartaro), è strettamente legato alla carica batterica della saliva a seconda dell’individuo. Il tipo di alimentazione può quindi influenzare questo processo solo in parte.

Detto ciò, i crocchi possono in parte aiutare a mantenere una certa pulizia dentale, a patto che non vengano ingoiati interamente (cosa molto frequente). In quel caso, ovviamente, non avvenendo nessun contatto con i denti, non si ottiene nessun effetto benefico. Se invece il micio spezza i crocchi si verifica si un potere abrasivo sulla superficie dentaria, ma non vicino alla gengiva dove si deposita solitamente il tartaro, soprattutto perchè l'apparato masticatorio di un carnivoro come il gatto, non prevede il movimento laterale della mandibola (come negli onnivori e negli erbivori), ma esegue solo il movimento in verticale.

Esistono in commercio crocche Oral Care, specificatamente studiate per l’igiene orale (le fanno diverse marche) la caratteristica fondamentale di queste crocche è quella di avere una dimensione abbastanza grande in modo da obbligare il gatto alla masticazione. Può essere una buona cosa al fine di mantenere (in parte) l’igiene orale del micio, effettuare alcuni cicli di crocchi oral ogni tanto nell’arco dell anno, alternandoli a quelli di normale uso.

Altro sistema abbastanza efficace al fine della prevenzione, è quello di somministrare regolarmente pezzi abbastanza grandi di carne cruda (4-5 cm di lato) non troppo tenera. Vanno bene tutti i tipi di carne ad eccezione di quella di maiale. Osservando il micio che mangia la carne cruda ci si rende conto dello sforzo maggiore che deve fare per mangiarla e dell'effetto che questo tipo di masticazione esercita su denti, gengive e muscolatura. Ricordiamo a tal proposito, che in natura i denti dei mici si puliscono con la pelle elastica delle prede (dei topi nello specifico).

La pulizia meccanica dei denti, invece, non è semplice, ma non è neppure impossibile. Si può insegnare al micio l'abitudine di pulirgli i dentini con appositi ditali gommati muniti di setole appositamente fatte per la pulizia del cavo orale. In ogni caso, non è consigliato insistere con tecniche di questo tipo se il gatto non è abituato fin da piccino, in quanto fonte di inutile stress.

Ricordiamo che esistono anche delle paste enzimatiche da usare qualora ci si accorgesse che il proprio micio ha la tendenza a depositare parecchia placca sui suoi dentini, ma in questo caso sarà il veterinario ad accertarne l’effettiva necessità



Deb, Oscar e Roxana
delice non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima