Visualizza messaggio singolo
Vecchio 11-05-2020, 15:59   #25
Profilo Utente
alimiao
Moderatore
 
Utente dal: 01 2015
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 2,580
Predefinito Re: Consiglio: devo contattare l’allevamento?

Ok bene. Tutta questa vicenda è davvero molto spiacevole, e non vorrei che ti sentissi giudicata o accusata di niente, dato che tu sei vittima e stai facendo tutto nel bene del gatto. Sulla posizione dell'allevatrice invece ho qualche dubbio, che ora ti spiego. Questo non vuol dire che tu non debba accettare il suo appoggio, o che ci devi litigare... semplicemente, è un invito a tenere gli occhi bene aperti, e non accontentarti di spiegazioni di comodo.

1/ lo stallatore chi è? è anche lui un allevatore con cui l'allevatrice collaborava? è un privato? come mai gli ha dato da tenere gatta e gattino? ("problemi di quarantena" in sè vuol dire tutto e niente... a maggior ragione, se c'è un lockdown con anche difficoltà a reperire veterinari ecc, un gattino di 1 mese te lo tieni vicino così lo puoi monitorare...)
2/ d'accordo che l'allevatrice non era presente alla consegna, ma se è una persona seria e responsabile, avrebbe dovuto chiedere allo stallatore foto e video frequenti (se non proprio quotidiani!) del gattino, e soprattutto gli indici di crescita. Quanto pesa il gattino questa settimana? e quella successiva? e quella successiva? che non si sia accorta per ben due mesi che il gattino fosse pelle e ossa, scusa ma è proprio poco difendibile.
3/ il veterinario di fiducia dello stallatore??! ma scusa, il veterinario deve essere quello di fiducia dell'allevatore!
4/ un allevatore serio secondo me avrebbe aspettato la fine della quarantena e delle menate varie legate al lockdown, avrebbe ripreso con sè mamma e cucciolo, e POI te lo avrebbe consegnato di persona, anche se ciò avesse voluto dire consegnartelo con qualche settimana di ritardo. La consegna del gattino è un momento molto molto delicato, sia per l'allevatore che per l'adottante, e farlo fare "in conto terzi" non è molto serio.
5/ quale è l'associazione felina di riferimento? Anfi?
6/ tu i soldi li hai consegnati allo stallatore o all'allevatrice?

Ora, detto tutto ciò, io non conosco la vicenda quindi non posso giudicare. Potrebbe essere che l'allevatrice abbia avuto reali e SERI problemi dovuti alla pandemia (magari si è beccata il covid per dire ed è stata malissimo per mesi), ha lasciato mamma e gattino in stallo ad un collaboratore di cui si fidava ciecamente, e quest'ultimo invece se ne è fregato fino al punto da far deperire il gattino stesso e far testimoniare il falso ad un veterinario.

Però può darsi anche che i due siano in combutta, o che lei sia colpevole per lo meno di leggerezza, e che adesso voglia dare tutta la colpa allo stallatore (sarebbe interessante sentire anche la versione di quest'ultimo) e che entrambi usino la pandemia per coprire le loro manchevolezze.

Insomma, occhi aperti e non fidarti, mi raccomando.

Auguro ogni bene al micetto e a te.
alimiao non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima