Visualizza messaggio singolo
Vecchio 10-01-2019, 08:55   #10
Profilo Utente
sumire_iwaya
Supergatto
 
L'avatar di  sumire_iwaya
 
Utente dal: 11 2008
Paese: Brescia
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 4,964
Predefinito Re: Prolife - fiber e gastrointestinal

Eccomi qua, buongiorno a tutti !
Sono contenta che mi stiate rispondendo perché prima di prendere una decisione mi piace sempre sentire più pareri, anche perché per esperienza personale ho capito che non sempre bisogna prendere per oro che cola quello che dicono dottori/veterinari, anche se non sto dicendo che sia questo il caso.
Insomma, sono dell'idea che sentire più pareri non faccia mai male

Quote:
Originariamente inviato da Zampetta16 Visualizza Messaggio
La discussione linkata è lunga ma credo proprio valga la pena leggerla, considerate le informazioni che vi si trovano e il lieto fine
Prometto che oggi cerco di leggerla tutta, tra ufficio/spostamenti/casa ieri ho avuto tipo mezzora libera che ho usato per far giocare Margot la cicciabomba

Quote:
Originariamente inviato da Xiaowei Visualizza Messaggio
Tra l'altro Purizon e gli N&D della Farmina all'agnello hanno praticamente la stessa composizione! Ma questo è un altro discorso, mi sono sempre chiesta se li faccia lo stesso produttore perché mi ero accorta già da tempo di questa cosa... ad ogni modo, non conosco la referenza della Prolife con più fibre nello specifico, ma in generale più che alzare le fibre andrebbero ridotti i carboidrati (e quindi ridotto/eliminato il secco)
Quando la vet mi consigliò di passare agli N&D da Purizon anche io notai che la composizione era praticamente identica, la vet però mi disse che i Purizon non li conosceva mentre gli N&D si per cui, volendo io fidarmi di lei, ho cambiato marchio.
Purtroppo non ho belle esperienze con i veterinari, ragion per cui porto le micie solo se c'è stretta necessità però voglio ben sperare che i medici abbiano studiato per qualcosa, per cui questa volta ho scelto di fidarmi !

Quote:
Originariamente inviato da Malinka Visualizza Messaggio
Concordo col senso del "bah" di Zampetta.
E' davvero sconsolante fa cadere le braccia ogni volta che un veterinario consiglia il secco.
Un gatto con problemi gastrointestinali deve mangiare cibi il più possibili naturali, non mangimi altamente processati come i croccantini.

Non commento l'assurdo consiglio della veterinaria... di sconsigliare l'umido perché la gatta tende al sovrappeso e di sostituirlo col secco.
Evidentemente non le è balenata neppur lontanamente l'idea di consigliarti di darle razioni meno abbondanti. Evviva la professionalità...

Se vuoi rimettere in sesto il pancino delle gatte abbandona il secco e scegli umidi di ottima qualità.
Ivy non gradisce l'umido però lecca l'acquetta, il che significa che se sarai irremovibile lei si adatterà a mangiare umido.

A proposito di Feringa: ci sono gatti ai quali provoca feci molli e anche diarrea.
Non ho mai dato l'umido con una costanza tale da farmi pensare che possa essere stato quello la causa delle feci molli di Margot.
L'umido non lo trovo comodo (specialmente ora che sono pochissimo a casa), in più con il fatto che Ivy tante volte lo ignorava del tutto ho preferito optare per i croccantini, dando l'umido ogni tot tempo (a volte tutti i giorni per una settimana, a volte stavo una settimana senza darlo: non sono mai stata costante con questo tipo di alimento) soltanto a Margot, che ne va ghiotta.
Errore mio sicuramente è stato quello di non pesare mai i croccantini dati ad entrambe, anche perché Ivy davvero mangia come un uccellino per cui lasciavo le ciotole piene tutta notte nella speranza che Ivy mangiasse un pochino di più trovando il cibo sempre a disposizione, non pensavo però che Margot arrivasse a divorare tutto quello che lasciavo... di conseguenza, anche quando davo l'umido (sui 100 gr circa) a Margot questa si trovava la ciotola di croccantini piena di notte e sicuramente mangiava pure quelli.


Quote:
Originariamente inviato da Anubi Visualizza Messaggio
Veramante l'umido è meno calorico del secco, non capisco il perchè toglierlo a favore del solo secco. Comunque 100 gr di umido al giorno non sono tanti per un gatto adulto, tieni conto che, in linea generale, si consigliano 40 g di umido per kg di peso del gatto...bidogna vedere quanti croccantini mangiava oltre l'umido. Poi se il gatto deve perdere peso bisognerebbe, oltre che diminuire la quantità di pappa, cercare di farlo muovere e giocare maggiormente. Per la questione delle feci, uno dei miei gatti ha avuto a lungo problemi di feci malformate e diarrea finchè abbiamo capito che è intollerante ai cereali e alle patate, cambiata l'alimentazione è guarito completamente. Anche alcuni addensanti possono "dare fastidio" ai pancini particolarmente delicati di alcuni mici. La carne scottata è ottima in caso di problemi gastrointestinali. Nel caso dovessero persistere penserei di provare a fare una dieta ad esclusione per verificare possibili intolleranze alimentari e analisi complete delle feci per escludere completamente la presenza di parassiti.
Il problema delle feci molli in realtà al momento è marginale, entrambe hanno ricominciato a farla formata (anche se in quantitativo minore visto che ho ridotto la quantità di croccantini a Margot e che Ivy sta mangiando i Gastrointestinal a piccole porzioni, onde evitare altri attacchi di vomito), la cosa che in realtà mi preoccupa adesso è capire, una volta per tutte, che tipo di alimentazione adottare e da mantenere con costanza che possa andare bene per entrambe, perché ultimamente ho come l'impressione che siano stati fatti un po' troppi pasticci. A volte penso che le feci molli possano essere state causate anche dal fatto che nel giro di tre mesi entrambe si siano fatte antibiotico, vermifugo, Margot l'antinfiammatorio quando aveva il culetto infiammato e Ivy l'antivomito e il gastroprotettore quando vomitava, siamo passati dal Purizon al N&D per poi passare al Prolife Intestinal e al Prolife Fiber...
Insomma, ci sono stati tanti cambiamenti e non vi nascondo che ora sono confusa anche io !!!
Da un lato vorrei fidarmi ciecamente delle veterinaria e iniziare, una volta finito il sacco di N&D che ho a casa, a dare il Fiber ad entrambe (infatti la vet mi ha detto di dare ad entrambe solo secco e, finito il Gastrointestinal di Ivy, di introdurre anche a lei il Fiber, in modo da dare ad entrambe la stessa referenza), dall'altro però sentendo anche voi e sapendo che l'esperienza a volte vale più di una diagnosi medica (non dico che sia questo il caso, ripeto però che non ho belle esperienze alle spalle e non parlo solo di vet) ho paura che la cosa possa non servire e, anzi, peggiorare le cose...
Anche perché ad Ivy le analisi non le ho fatte, quindi come posso sapere se anche a lei può andare bene un alimentazione del genere ?


MargotIvyPablo
sumire_iwaya non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima