Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili
Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili e amici degli animali
Aiuta anche tu Micimiao clicca qui

Home Micimiao Forum Regolamento FAQ Calendario
Vai Indietro   Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili > MICIMIAO FORUM DI DISCUSSIONE SUI MICI > Richieste di aiuto generiche

Notizie

Richieste di aiuto generiche Inserite qui le vostre richieste d'aiuto o aiutate chi si trova in difficoltà con i propri gatti

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 19-06-2019, 09:50   #11
Profilo Utente
silvia92
Gattino
 
Utente dal: 01 2018
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 170
Predefinito Re: Quando il cibo diventa ossessione

Quote:
Originariamente inviato da Aletto Visualizza Messaggio
Le motivazioni sono ciò che ad una determinata specie piace e deve fare, nel gatto tra le più "attive" ci sono: la territoriale, la competitiva, la predatoria, la perlustrativa, la et-epimeletica e poi altre. Quindi, tornando a noi, quale di queste riesce ad esprimere per sentirsi appagato?
Vedi che il cibo diventa allora uno sfogo per sopperire a qualcos'altro
L'infanzia difficile non ha giovato e forse gli è rimasto impresso qualcosa.
Ora, è chiaro che molti dei nostri gatti provengono da un l'infanzia difficile, però molto conta la soggettività e una giusta interazione con l'ambiente che include consimili ed umani
Competitivo, territoriale e perlustrativa sia verticale (abbiamo fatto un piccolo percorso per loro in alto) che orizzontale, ama follemente le coccole, e non so se anxhe questo puo essere associato a qualche problema ma se noi siamo in bagno e lui non ottiene le coccoline sul sedere/coda inizia a mordicchiare le gambe e una volta ottenute inizia a rotolarsi...
Non escono fuori, ho messo 2 finestre in sicurezza cosi da poter lasciare guardar fuori.e sentire odori.. Sono al 5 piano, non posso lasciarli andare fuori.. Gli piace fare agguati. Ai granelli di polvere e andare a prendersi i suoi giochini da dividere col compagno
silvia92 non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 19-06-2019, 11:22   #12
Profilo Utente
Aletto
Supergatto
 
Utente dal: 12 2014
Paese: Roma
Regione: Lazio
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 6,764
Predefinito Re: Quando il cibo diventa ossessione

Quote:
Originariamente inviato da silvia92 Visualizza Messaggio
Competitivo, territoriale e perlustrativa sia verticale (abbiamo fatto un piccolo percorso per loro in alto) che orizzontale, ama follemente le coccole, e non so se anxhe questo puo essere associato a qualche problema ma se noi siamo in bagno e lui non ottiene le coccoline sul sedere/coda inizia a mordicchiare le gambe e una volta ottenute inizia a rotolarsi...
Non escono fuori, ho messo 2 finestre in sicurezza cosi da poter lasciare guardar fuori.e sentire odori.. Sono al 5 piano, non posso lasciarli andare fuori.. Gli piace fare agguati. Ai granelli di polvere e andare a prendersi i suoi giochini da dividere col compagno
Ok, competitivo territoriale (che sono motivazioni collegate tra loro), perlustrativo ed et-epimeletico (ossia vi stimola a fare coccole)
Quando siete in bagno e richiede coccole, quello potrebbe essere un rituale e mordicchiare significa chiaramente ottenere una risposta da voi
Se è competitivo nel territorio da cosa lo deduci? Quale dei due, secondo te, rinuncia?

Mobbing: si intende, in questo caso, quando un gatto nega l'accesso alle risorse all'altro senza che voli neppure un pelo per casa. Quindi si svolge in totale silenzio e senza che noi ce ne accorgiamo. Siamo fortunati se lo becchiamo e ne capiamo il significato.
Esempio banale: uno dei gatti se ne sta sdraiato per terra a sonnecchiare in un posto che è un passaggio obbligato per l'altro, l'altro sa che se passa da lì potrebbe suscitare il "risveglio" dell'altro, quindi o affronta o demorde. Se affronta noi sentiamo la zuffa, se demorde non ci accorgiamo di nulla ed è mobbing. Alla lunga sfianca.

Strano che voglia condividere il gioco predatorio con l'altro gatto. Lo fanno anche qui ma non volontariamente, chi perde è frustrato.

Per questo dicevo di lasciare cibo a disposizione, in modo che lui possa modificare l'obbiettivo. A quel punto potremmo venirne a capo, sempre che quell'obbiettivo non rappresenti per lui il modo più facile di esprimersi, ormai ben collaudato, dove si rifà di eventuali torti subiti.
Ma se non si può fare, pazienza.
Senza star lì è difficile darti consigli coerenti, sto andando un po' a naso in modo che tu possa selezionare quello che ritieni più attinente alla situazione.


"Quando mi trastullo con la mia gatta chissà se essa non faccia di me il proprio passatempo più di quanto io faccia con lei" Montaigne
Aletto non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 19-06-2019, 13:56   #13
Profilo Utente
silvia92
Gattino
 
Utente dal: 01 2018
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 170
Predefinito Re: Quando il cibo diventa ossessione

Quote:
Originariamente inviato da Aletto Visualizza Messaggio
Ok, competitivo territoriale (che sono motivazioni collegate tra loro), perlustrativo ed et-epimeletico (ossia vi stimola a fare coccole)
Quando siete in bagno e richiede coccole, quello potrebbe essere un rituale e mordicchiare significa chiaramente ottenere una risposta da voi
Se è competitivo nel territorio da cosa lo deduci? Quale dei due, secondo te, rinuncia?

Mobbing: si intende, in questo caso, quando un gatto nega l'accesso alle risorse all'altro senza che voli neppure un pelo per casa. Quindi si svolge in totale silenzio e senza che noi ce ne accorgiamo. Siamo fortunati se lo becchiamo e ne capiamo il significato.
Esempio banale: uno dei gatti se ne sta sdraiato per terra a sonnecchiare in un posto che è un passaggio obbligato per l'altro, l'altro sa che se passa da lì potrebbe suscitare il "risveglio" dell'altro, quindi o affronta o demorde. Se affronta noi sentiamo la zuffa, se demorde non ci accorgiamo di nulla ed è mobbing. Alla lunga sfianca.

Strano che voglia condividere il gioco predatorio con l'altro gatto. Lo fanno anche qui ma non volontariamente, chi perde è frustrato.

Per questo dicevo di lasciare cibo a disposizione, in modo che lui possa modificare l'obbiettivo. A quel punto potremmo venirne a capo, sempre che quell'obbiettivo non rappresenti per lui il modo più facile di esprimersi, ormai ben collaudato, dove si rifà di eventuali torti subiti.
Ma se non si può fare, pazienza.
Senza star lì è difficile darti consigli coerenti, sto andando un po' a naso in modo che tu possa selezionare quello che ritieni più attinente alla situazione.
Territoriale nel senso che lui ha o suoi spazi preferiti dove l'altro sa che non deve andare, ma lui invece non ha timore dell'altro gatto più grande e grosso molto più territoriale del piccoletto (quando il grande è nella sua sdraietta e il piccolo cerca di salire sopra, lui soffia,ringhia e il piccolo cede l'80%delle volte) altre volte è il hrande che cede e se ne va, rincorso dal piccoletto che torna poi a sedersi sul trono ottenuto) ...
silvia92 non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu Non puoi postare nuovi threads
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 03:20.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright, Privacy e Note Legali : Micimiao.net - Micimiao.it - Micimiao.com Copyright ©2000 - 2019.
Tutti i contenuti presenti all'interno di questo sito sono proprietà di micimiao e sono protetti da copyright. .
E' pertanto severamente vietato copiare anche solo parzialmente i contenuti di questo sito senza aver ottenuto il consenso esplicito.
Creato, aggiornato e gestito da webmaster Tamara