Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili
Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili e amici degli animali
Aiuta anche tu Micimiao clicca qui

Home Micimiao Forum Regolamento FAQ Calendario
Vai Indietro   Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili > MICIMIAO FORUM DI DISCUSSIONE SUI MICI > Richieste di aiuto generiche

Notizie

Richieste di aiuto generiche Inserite qui le vostre richieste d'aiuto o aiutate chi si trova in difficoltà con i propri gatti

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 04-08-2020, 08:46   #11
Profilo Utente
amicia
Gattino
 
Utente dal: 04 2018
Messaggi: 158
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

La gattina del mio caso è già sterilizzata, chippata, .....se poi vogliamo aggiungere una ulteriore ciliegina sulla torta, dato che mi arriverebbe dal sud Italia e io sto al nord, ci vuole la staffetta.
Le staffette serie ti portano l'animale direttamente a casa tua, con il trasportino da cui è partito dal punto di origine, e questo per motivi di sicurezza, perché è da incoscienti fare un trasbordo dell'animale da una gabbietta ad un'altra...potrebbe, nel momento del maneggiamento, scappare.
Orbene, dato che questa associazione si da' parecchie arie che loro son "er mejo der mejo", mi spieghino per quale caspita di motivo io dovrei andare a pigliarmi il gatto a 250 km da casa mia,(la staffetta non va oltre....) col rischio che il gatto mi fugga dal loro trasportino mentre io lo metto nel mio.
Allora, visto che vogliono essere tanto rigorosi, zelanti, duri e puri, perché poi sono così mal organizzati da non avere un incaricato che mi arrivi a casa mia?Visto che la staffetta la pago, fatela come si deve.!
amicia non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 04-08-2020, 11:03   #12
Profilo Utente
Anubi
Gattone
 
Utente dal: 10 2016
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 5
Messaggi: 1,686
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

Amicia con il termine affido si indica quel lasso di tempo temporaneo in cui il micio viene affidato all'affidatario, trascorso il quale la cessione diventa definitiva e l'animale diventa di proprietà dell'affidatario, il quale diventa a tutti gli effetti adottante.
Il tempo dell'affido può variare da associazione ad associazione, nel mio caso, con il mio gattino che ho adottato da un'associazione durava 60 giorni.
Durante il periodo dell'affido si valuta l'inserimento del micio nel nucleo familiare dell'adottante e con eventuali mici residenti.
Non so che cosa ci fosse esattamente scritto nel contratto di affido e adozione che dovevi firmare, ma nel mio è ben evidenziato questo passaggio; in più nel mio non era riportato alcun obbligo di vaccinazioni, ma solo un obbligo di mantenere il gatto nelle migliori condizioni, rispettando le sue esigenze di specie, oltre che l'obbligo di sterilizzazione/castrazione. Sei sicura che ci fosse stato proprio scritto nel contratto l'obbligo delle vaccinazioni, o lo ha solo detto a voce la volontaria?

La mia esperienza con l'associazione a cui mi sono rivolta e con le volontarie che ho conosciuto è stata più che positiva, sono delle persone davvero squisite, per nulla invadenti, ma capisco che dipende anche da volontario a volontario e che le associazioni possono anche non essere tutte uguali, c'è chi richiede più requisiti chi meno per le adozioni.
Mi sento però di spezzare una lancia a favore dei volontari, davvero, ogni giorno ne vedono di ogni colore, si fanno il mazzo per salvare e curare i mici abbandonati, a volte si vedono anche riportati indietro i mici dati in adozione, tante volte trovano solo dei perditempo che non sono realmente interessati al micio e che fanno sfumare le adozioni giuste, mi sembra il minimo che vogliono essere sicuri al 100% della famiglia a cui affidano i loro mici e la messa in sicurezza della casa la trovo giustissima. Credo che per capire appieno tutto quello che fanno bisognerebbe mettersi nei loro panni e fare quello che fanno loro per qualche giorno e poi forse si capirebbe meglio il motivo per cui piuttosto che affidare un gattino che hanno curato con amore a persone che non possono garantirgli una vita il più sicura possibile (certo la sicurezza assoluta non esiste, nemmeno in casa, ma a mio avviso un conto è lasciar uscire un micio in un contesto tranquillo, un conto è lasciarlo uscire in una zona super trafficata o pericolosa per altri motivi, un conto è lasciar uscire un micio vaccinato anche per la felv, un altro conto è lasciare uscire un micio non vaccinato magari in una zona in cui ci sono mici randagi felv positivi...questi sono degli esempi, ma solo per far capire che le richieste e "pretese" dei volontari secondo me vanno anche valutati in base al contesto in cui andrà a vivere il micio, magari in alcuni contesti possono essere eccessivi, in altri no) lo tengono loro e cercano un'altra famiglia. Poi certo ci possono anche essere persone un po' troppo pretenziose o invadenti, credo che dipenda da volontario a volontario, in quel caso forse con il dialogo si riesce a trovare un compromesso e se proprio proprio non ci si arriva si può sempre cercare il proprio micio presso altre associazioni o gattili, ce ne sono tantissimi e sempre pieni di mici in cerca di una famiglia.
Anubi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 04-08-2020, 11:21   #13
Profilo Utente
amicia
Gattino
 
Utente dal: 04 2018
Messaggi: 158
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

Anubi,
anche io sono d'accordo sul fatto che questi volontari sono a dir poco ENCOMIABILI.
Io ho fatto la gattara per quattro anni e so bene cosa vuol dire sobbarcarsi una mole di impegno e di stress anche e soprattutto psicologico.
Io non ho nulla da ridire su impegno e dedizione, ci mancherebbe, tanto che io continuo a mandare offerte quando hanno bisogno di aiuto per casi disperati, perché sono dei veri eroi/eroine, a cui andrebbe fatto un inchino ogni volta che li si incontra.
Ho da ridire su due punti specialmente:
la non chiarezza nei termini di espressione
la pretesa di soggiacere a regole (come vaccinare ogni anno e darne conto)che non possono essere dei diktat.
La chiarezza dei termini fra adozione o affido non è una quisquilia, perchè è fondamentale che il nuovo padroncino di quella creatura sia ben conscio se per legge è suo o se è solo un ospitante temporaneo.
Vediamo cosa mi rispondono, perché già mi hanno inviato una mail su certe delucidazioni che chiedevo, ma ci girano intorno senza dire le cose in modo chiaro.
A 'sto punto mi inc...zo perché se non hanno da nascondere nulla mi devono tirar fuori delle regole scritte e non solo parole...verba volant, scripta manent.
amicia non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 05-08-2020, 17:12   #14
Profilo Utente
Anubi
Gattone
 
Utente dal: 10 2016
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 5
Messaggi: 1,686
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

Quote:
Originariamente inviato da amicia Visualizza Messaggio
Anubi,
anche io sono d'accordo sul fatto che questi volontari sono a dir poco ENCOMIABILI.
Io ho fatto la gattara per quattro anni e so bene cosa vuol dire sobbarcarsi una mole di impegno e di stress anche e soprattutto psicologico.
Io non ho nulla da ridire su impegno e dedizione, ci mancherebbe, tanto che io continuo a mandare offerte quando hanno bisogno di aiuto per casi disperati, perché sono dei veri eroi/eroine, a cui andrebbe fatto un inchino ogni volta che li si incontra.
Ho da ridire su due punti specialmente:
la non chiarezza nei termini di espressione
la pretesa di soggiacere a regole (come vaccinare ogni anno e darne conto)che non possono essere dei diktat.
La chiarezza dei termini fra adozione o affido non è una quisquilia, perchè è fondamentale che il nuovo padroncino di quella creatura sia ben conscio se per legge è suo o se è solo un ospitante temporaneo.
Vediamo cosa mi rispondono, perché già mi hanno inviato una mail su certe delucidazioni che chiedevo, ma ci girano intorno senza dire le cose in modo chiaro.
A 'sto punto mi inc...zo perché se non hanno da nascondere nulla mi devono tirar fuori delle regole scritte e non solo parole...verba volant, scripta manent.
Beh dopo un periodo di affido ci deve essere per forza l'adozione vera e propria, se l'affido ha esito positivo, la tempistica dipende da quanto stabilito nel contratto con cui si affida il gatto.
Comunque hai tutte le ragioni di sapere prima quali siano le condizioni per l'adozione, se ancora non hai chiari i requisiti richiesti e "gli obblighi" da adempiere, chiedi di inviarti il modulo, che dovrai firmare nel momento in cui ti cedono la micia, così puoi leggerti bene le varie clausole; a voce si possono dire tante cose, ci si può anche confondere in buona fede eh, alla fine conta quello che c'è scritto e a cui si appone la propria firma.
Anubi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 05-08-2020, 18:31   #15
Profilo Utente
straycat2
Supergatto
 
L'avatar di  straycat2
 
Utente dal: 01 2003
Paese: Roma
Regione: Lazio
Sesso: Donna
Gatti: 1
Messaggi: 7,349
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

leggendo i vostri commenti mi sembra sia una cosa difficilissima adottare un micetto tramite associazioni o gattili quindi io ho optato per una adozione privata

io ho sempre vaccinato tutti i mici che ho avuto tranne il primo in quanto ero ignorante in materia e non sapevo tutte le cose che so adesso
volevo specificare che io abito in un primo piano alto sarà tipo un secondo o terzo piano di palazzi normali sotto ci sono i giardini e non la strada o marciapiedi
secondo me far uscire Tilla sul balcone ora è un azzardo e non me la sento di rischiare, quando sarà adulta se ne riparlerà.. ciao e buona serata a tutti/e


Alessia Ziggy Baudelaire Nathan Mirtilla
straycat2 non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 05-08-2020, 18:44   #16
Profilo Utente
Zampetta16
Gattone
 
L'avatar di  Zampetta16
 
Utente dal: 03 2017
Regione: Sardegna
Gatti: 2
Messaggi: 1,590
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

In Sardegna non ci sono gattili, nel senso che non esiste alcuna struttura comunale o privata che detiene solo gatti.
Nei canili comunali e in quelli privati convenzionati ci sono alcune aree per i gatti, ci finiscono i gatti gravemente feriti o i cuccioli abbandonati, ma solo quelli per cui qualcuno è stato disposto a stare ore al telefono, a minacciare la denuncia per omissione d'atti d'ufficio e ad aspettare ancora che qualcuno intervenisse.
Capita la stessa cosa per i cani, e per loro ti senti anche dire "non c'è più posto, il canile comunale/convenzionato non prende più nessuno".
Poi ci sono le grandi associazioni nazionali, con le loro sedi locali, coi loro rifugi per cani e gatti.
E su di loro in alcuni casi ne ho letto e sentito di brutte ma non ho esperienze dirette.
Poi ci sono le tantissime associazioni private, alcune hanno un rifugio, per cani tanti, meno ma ci sono anche con area gatti. Loro si occupano soprattutto di gestire le colonie feline. Cercano di dare in adozione i gatti malati, che hanno subito qualche trauma e anche dei cuccioli.
Qui è la giungla, nel senso che hanno tutti cuori e ammore, alcune competenze veterinarie, poche competenze etologiche. L'intelligenza sociale nel sapersi porre con l'umano potenziale adottante in alcuni casi, soprattutto in alcune singole persone, è carente.

La prassi diffusa comunque è la stessa per tutte le associazioni.
- Esprimi interesse per adottare un determinato gatto/cane.
- Fai un colloquio e/o compili un modulo conoscitivo. E già lo strumento usato, il tipo di domande, dipende da buon senso e capacità di utilizzare al meglio lo strumento.
Esempio. Non mi devi chiedere l'Isee o la busta paga, perché mi fai girare le palle e non ottieni neanche ciò che ti interessa. Devi chiedere cose tipo, sai quanto costa la vaccinazione, una visita veterinaria, quanto pensi sarà la spesa mensile per il gatto/cane?
- Se il colloquio/questionario va bene, c'è la visita di pre-affido. Sì, vanno a casa tua. No, non vanno all'improvviso, se lo fanno sono delle invasate e lascerei stare.
Vanno per vedere la casa, il giardino ed è OVVIO che verifichino la sicurezza del gatto. Perché di gatti caduti dal balcone, feriti, persi e mai cercati né ritrovati, ne hanno a tonnellate.
Il difetto è che il paletto "casa in sicurezza" quasi mai verifica il contesto.
Nessuna associazione, a meno di trovare qualcuno illuminato, e dubito ci sia, ci darebbe un gatto perché la nostra casa non è e non sarà in sicurezza.
E' una scelta per certi versi comprensibile, quindi molto semplicemente, so che è così e non chiedo un gatto a loro, senza fare troppe storie. Questo aspetto è sempre esposto in maniera chiarissima fin dal primo annuncio su FB.
- Se va bene la visita, allora ti danno l'animale in affido temporaneo, con relativo modulo.
Come avete già scritto, dura tot tempo che può variare, diciamo un mesetto/due.
E sì, certe persone sembrano chissà che e poi sono delle scellerate, e per la sicurezza dell'animale tu non glielo dai subito in adozione, non gli cedi la proprietà. Ci sono anche persone che te lo rendono dopo qualche giorno/settimana. Qui spesso, secondo me, è colpa di chi ha affidato il cane, senza dare tutte le informazioni necessarie per l'inserimento dell'animale. Inutile che guardi l'Isee se non spieghi tutte le difficoltà alle quali puoi andare incontro. "Un gatto buonissimo che va d'accordo con altri gatti" ma sei scemo?! Di un cane puoi dire che ha una buona socializzazione, il che favorirà la gestione e convivenza con altro cane ben socializzato. Di un gatto no, non puoi dirlo, non puoi presentarla come una cosa facile, facile.
- Controllo post-affido, vanno a casa tua, vedono come sta il cane, osservano un po' tutto e se va bene c'è l'adozione, il microchip viene intestato a te, sei proprietario a tutti gli effetti.
L'obbligo di sterilizzazione c'è sempre, ed è ovvio che ci sia, canili e gattili e associazioni è ovvio che cerchino di arginare il randagismo limitando le cucciolate domestiche.
Quanto sia vincolante, dal punto di vista legale, non lo so.
Gli altri eventuali vincoli non credo possano esserlo.

Adozioni dal SUD al NORD
Continuo a non capire come sia possibile che non abbiate animali da adottare al nord, o ne abbiate pochi.
Per la situazione in Sardegna (e nel sud in generale) è qualcosa che neanche sforzandomi molto riesco a immaginare. Eppure è abbastanza frequente, si vede che riuscite a gestire il fenomeno randagismo e abbandono in modo più efficace.

Un affido SERIO di questo tipo prevede la collaborazione di persone sul posto, altre associazioni o privati ben conosciuti che DEVONO fare la visita pre affido, devono parlarvi di persona.
NON esiste fare un affido a distanza, per telefono e e-mail.
Amicia, tu sarai pure la miglior persona del mondo e qualsiasi gatto sarà fortunato a stare con te, ma non potrà mai essere serio un affido a distanza senza un riferimento locale.
Se poi l'affido non va bene, prima dell'adozione, per qualsiasi motivo, cosa succede? Come lo rendi l'animale? Chi lo tiene finché non avviene la restituzione?

Inoltre, il gatto che viaggio dovrebbe fare? Con chi? Con quale mezzo? Quanto durerebbe?
Una staffetta tra privati, diciamo un passaggio da un treno/macchina all'altro?
Un furgone non climatizzato dove stipano un po' di trasportini vari?

Dalla Sardegna devi usare nave o aereo, per forza.
Normalmente si cercano le madrine/padrini di viaggio.
Qualcuno che già deve viaggiare verso il porto/aeroporto più vicino all'adottante, gli si chiede di portare l'animale con sé, pagandogli il biglietto dell'animale.
Spesso, ma non sempre, all'adottante gli si chiede di rimborsare il costo della staffetta.
Ci si mette d'accordo, si cerca la soluzione migliore possibile per tutti, ci sono spesso compromessi, con l'adottante che va al porto/aeroporto. E comprende anche il costo del trasportino perché è folle trasferire un animale da un trasportino all'altro, ancora di più un gatto!!!

Secondo me, è meglio lasciar perdere. Di gatti bisognosi di un'adozione ce ne sono migliaia e di associazioni che lavorano con serietà, se ne trovano abbastanza, secondo me.
Zampetta16 non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 05-08-2020, 19:49   #17
Profilo Utente
devash
Supergatto
 
L'avatar di  devash
 
Utente dal: 09 2013
Paese: Napoli
Regione: Campania
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 4,124
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

L’anno scorso avevo visto un annuncio di adozione di una gattina bellissima, davvero. Ho chiamato, mi ha risposto la giovane che la teneva in stallo, ci siamo piaciute, siamo arrivate alla firma del modulo e alla visita alla casa. All’improvviso non ero più idonea. Casa mia non era abbastanza in sicurezza per lei e così, col modulo già firmato, non ha voluto darmi la gatta. Ci sono rimasta malissimo, so bene che nessuna casa è mai abbastanza in sicurezza perché i gatti sono imprevedibili ma io ho fatto tutto quello che ho potuto considerando che abito in un palazzo del seicento vincolato e che già ho dovuto imporre le sbarre alle finestre al condominio e non è stato facile. Evidentemente la gatta in pericolo non era poi così in pericolo.
Così, quando ho visto L’annuncio di Marvel, salvata prima da un motore e poi da uno stallo decisamente inidoneo, ho messo le mani avanti e ho detto subito che non potevo mettere casa più in sicurezza di così e che quindi, se non era cosa, meglio dirlo subito. Beh, la volontaria si è fidata e ora Marvel è qui da più di un anno e non ci sono mai stati problemi.
Secondo me ci vuole solo buon senso e la giusta attenzione. Il troppo stroppia in tutto.
devash non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 06-08-2020, 08:28   #18
Profilo Utente
amicia
Gattino
 
Utente dal: 04 2018
Messaggi: 158
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

Io di scritto non ho visto nulla, infatti ora mi sto impuntando per avere lettura diretta del modulo, il quale è un contratto vero e proprio, quindi, come per ogni contratto, ci vuole la presa in visione, perché appunto, a voce, si può dire quel che si vuole.
Rispondo quindi a chi mi ha chiesto se la faccenda dei vaccini obbligatori mi è stata detta oralmente o se vi sia qualcosa di scritto:
solo oralmente!
La tizia, inoltre, si è permessa anche di rimbrottarmi perché io non abbia fatto i vaccini ai miei...ma come si permette??? Non è suo compito mettere il naso nelle scelte che io ho avuto per gatti che stanno con me da più di dieci anni.
Ho già chiesto lumi alla sede principale, ma dopo una prima frettolosa risposta, peraltro vaga e
per nulla chiarificatrice, -che mi ha spinto a chiedere altri lumi, sto ancora aspettando.
Ora farò il rullo compressore, perché è un mio diritto avere dei chiarimenti.
La gatta andrebbe di nuovo in strada, detto da loro, se non trova adottante.
Rispondo anche a chi mi ha detto che, di norma, c'è uno step di pre-affido: è appunto quello che ho chiesto io, ma anche lì, risposte confuse e ambigue.
Più di così non so che fare.
Sto cercando di evitare che questa gatta finisca di nuovo in strada.
amicia non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 06-08-2020, 13:27   #19
Profilo Utente
Volpina
Cucciolo
 
L'avatar di  Volpina
 
Utente dal: 03 2020
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 74
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

Quote:
Originariamente inviato da Zampetta16 Visualizza Messaggio

Adozioni dal SUD al NORD
Continuo a non capire come sia possibile che non abbiate animali da adottare al nord, o ne abbiate pochi.
Per la situazione in Sardegna (e nel sud in generale) è qualcosa che neanche sforzandomi molto riesco a immaginare. Eppure è abbastanza frequente, si vede che riuscite a gestire il fenomeno randagismo e abbandono in modo più efficace.
Ciao Zampetta! Dove abito io, in Lombardia, il randagismo è quasi inesistente.
C'è qualche colonia, questo sì, ma se ripenso a 20 anni fa dove di gatti girovaghi se ne vedevano un sacco, oggi non è più così...
Gli abbandoni purtroppo esistono sempre ma c'è una rete piuttosto numerosa di gattili, associazioni e volontari che funziona bene... Sono sempre operativi al massimo e hanno costante bisogno di sostegno (con donazioni, pappe, ecc) ma ci sono e intervengono.

E' vero anche che qui i gatti vanno via come il pane Sono iscritta a svariati gruppi e pagine facebook sia di gattili, associazioni che di privati e un annuncio per piazzare dei cuccioli dura un quarto d'ora, per gli adulti si fa leggermente più fatica ma anche lì... se sono sani e senza problemi comportamentali, vengono adottati in fretta.

Io ho adottato un adulto e un cucciolo e in entrambi i casi ho fatto il colloquio pre affido in anticipo.
Di adulti me ne son "sfuggiti" due dalle mani perché qualcuno è stato più veloce a telefonare e mi ricordo che quando ho scelto Artù mi avevano proposto anche una micina timidina, ex colonia, con una chiazza senza pelo causa bruciatura... Io però avevo già avuto il colpo di fulmine per Artù e l'ho lasciata lì pensando "poverina, non la vorrà nessuno" e invece nel pomeriggio successivo era già stata adottata.

Idem la piccolina, l'aveva una volontaria con cui ero già in contatto, ecc. Appena le è capitata la cucciolata da sistemare mi ha chiamata per avvisarmi e chiedermi se fossi interessata, ma voleva una risposta nel giro di un'ora perché sennò sarebbe passata al secondo della lista in attesa di un gatto...

Da qui, le adozioni dal sud. Anche se mi fa un po' senso (nel senso di tristezza) immaginare facciano quel viaggio di mano in mano...


Beige Teo Artù Atena
Volpina non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 06-08-2020, 13:33   #20
Profilo Utente
babaferu
Supergatto
 
Utente dal: 06 2008
Paese: torino
Gatti: 3
Messaggi: 13,157
Predefinito Re: Adozione, affido, mah, che confusione

Mah, a Torino i randagi ci sono eccome, un gattino va via presto ma per gli adulti è molto più difficile, per curiosità potete farvi un giro sul blog delle sfigate, tanto per dirne una
babaferu non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu Non puoi postare nuovi threads
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 17:37.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright, Privacy e Note Legali : Micimiao.net - Micimiao.it - Micimiao.com Copyright ©2000 - 2020.
Tutti i contenuti presenti all'interno di questo sito sono proprietà di micimiao e sono protetti da copyright. .
E' pertanto severamente vietato copiare anche solo parzialmente i contenuti di questo sito senza aver ottenuto il consenso esplicito.
Creato, aggiornato e gestito da webmaster Tamara